INTERVISTA ALL'AUTRICE TIZIANA PRIVITERA

INTERVISTA ALL'AUTRICE TIZIANA PRIVITERA


Buone feste e ben ritrovati al consueto appuntamento del giovedì interviste de Il Salotto Letterario e Il Salotto Creativo di MyMee - Express Yourself. Oggi siamo in compagnia dell'autrice Tiziana Privitera che ci racconta un po' di sè e dei suoi romanzi, Delitti e Fantasmi, Il killer del decalogo e Un killer dal passato.
Accomodiamoci!






Ciao Tiziana, benvenuta nel mio salotto. Raccontaci qualcosa di te.
Ciao. Mi chiamo Tiziana, sono una docente di scuola primaria e… adoro scrivere. Ho iniziato fin da piccola; scrivevo racconti, storie, favole che ovviamente finivano poi dimenticati nel cassetto, ma non ho mai perso la passione. Ho continuato a scrivere, ho letto molto e ho tentato la via del romanzo. Ad oggi ho pubblicato un libro di racconti, due romanzi ed altri due libri sono… work in progress.

Come ti sei avvicinata alla scrittura?
Ho avuto la fortuna di aver tre insegnanti di italiano (medie, elementari e superiori) che mi hanno fatto amare la scrittura; in classe ero sempre l’unica contenta di fare un tema! Devo ringraziare però anche mia madre, che mi ha avvicinato alla lettura e ha sempre sostenuto le mie velleità da “piccola scrivana”.

Qual è il tuo genere preferito?
Scrivo libri gialli, quindi il mio genere preferito anche in fatto di letture è il giallo/crime. Agatha Christie, Tess Gerritsen, Kathy Reichs sono le mie autrici al top.

Parliamo un po’ delle tue opere. Come sono nate? Di cosa parlano? Quali sono i temi principali?
Delitti&Fantasmi è un fantasy/giallo, una raccolta di racconti in cui la protagonista si trova ad aver a che fare con anime di defunti impossibilitate a passare oltre perché, anche se la loro morte è stata archiviata come incidente, in realtà sono state uccise; toccherà a lei scoprire la verità, con una vera e propria indagine, e fare così giustizia.
I due romanzi invece, Il killer del decalogo e Un killer dal passato, raccontano di un team di detective della polizia di Los Angeles impegnati nella soluzione dei casi più complicati per fermare, nel primo libro, un serial killer che uccide a ritmo dei Dieci Comandamenti; nel secondo invece di un assassino venuto dal passato per regolare i conti con le sue vittime.
Sono libri diversi, ma in tutti c’è il medesimo messaggio e cioè che alla fine la giustizia ed il valore della vita predominano su tutto.



C’è un titolo di una delle tue opere che è particolarmente significativo per te?
Il primo romanzo, senza dubbio: Il killer del decalogo. Scrivere un romanzo è molto più articolato di un racconto; è stata una sfida, ma alla fine l’ho vinta e sono orgogliosa della mia prima creatura… adulta.


Da dove prendi ispirazione per scrivere?
Dalla vita quotidiana, dalla gente che incontro, dalle esperienze che vivo, anche se in realtà devo dire che lascio molto spazio alla fantasia.

Ogni scrittore inserisce inevitabilmente una parte di se stesso nelle sue opere. C’è un personaggio in particolare che senti più vicino di altri?
A dir la verità sono due: le protagoniste dei miei romanzi sono una diversa dall’altra, ma complementari. Una è sportiva, impulsiva e dai modi spicci; l’altra è riflessiva, scrupolosa ed eccessivamente meticolosa. Un misto della sottoscritta.

Potresti raccontarci la tua esperienza con la casa editrice (o le case editrici) con la quale hai pubblicato?
I miei romanzi sono pubblicati dalla Robin Edizioni e l’esperienza è, fin qui, positiva. Il mio editor mi segue sempre passo passo e mi ha dato sempre ottimi consigli sulla stesura del romanzo. L’unica pecca è che non hanno un gran servizio di promozione per gli emergenti, ma per il resto sono disponibilissimi.

Hai partecipato a qualche evento (o eventi) per promuovere il tuo romanzo?
Ho fatto diverse presentazioni e anche dei firma copie; incontrare i possibili lettori e poter spiegare il proprio libro a voce è un’esperienza che ti arricchisce.

Hai qualche consiglio da dare ad un aspirante scrittore alle prese con la sua prima opera?
Prima di tutto di “leggere”; un grande scrittore non può non essere anche un grande lettore. Secondo, di non farsi abbattere dai “no”, dalle critiche e dalle “porte in faccia” che riceveranno (perché ne riceveranno, eccome!), ma di insistere per realizzare i propri sogni perché, citazione da internet ma io ne ho fatto il mio mantra, “I sogni sono fatti per le persone coraggiose, per tutti gli altri ci sono i cassetti.”

Dove possiamo trovare i tuoi libri?
Si trovano nelle migliori librerie, sul sito della Casa Editrice e su tutti i maggiori portali online (Amazon, Ibs, Mondadori, Feltrinelli…).

Ringrazio Tiziana per essere stata con noi oggi. Qui di seguito ecco tutti i suoi contatti:





Ed ecco dovete potete trovare i suoi libri:








Commenti